casa

Michele Gammieri
Una guida breve per il sito e i lavori

   
  labores
   

Sono qui elencate tutte le varie sezioni del sito, ognuna con una breve introduzione e un link sull'immagine che riporta alle pagine dedicate. Credo sia il modo migliore per farsi un'idea generale e magari scegliere con maggiore cognizione o simpatia una raccolta di proprio interesse. Grazie per la Vostra visita e buona visione.

 

Psycho-Bio-Graphia

E' un rapido excursus sugli anni che vanno dal 1980 al 1995, quando internet non c'era e l'archiviazione non appariva come una delle prime necessità esistenziali. Sono gli anni che chiamo dell'Eroica Provincia, perché sono stati vissuti proprio come una necessità, una vocazione, un dovere. Era un'impresa che non contemplava vittorie, e lo sapevo.
Eppure, visione dopo visione, racconto dopo racconto, foglietto su foglietto, quell'affaccendarsi senza eco ha funzionato come una rigorosa scuola di Psiche e Poesia.
Ancora oggi, quando da costoro per puro miracolo mi sento di nuovo sfiorato, da quegli anni lontani di semplice libertà traggo rispettoso spunto e inesauribile nutrimento.

 

     
 

Racconti

Tra il 1996 e il 2003 l'impegno principale fu dedicato ai montaggi video e alla grafica digitale.
A quel periodo, nel sito
(che pure di quell'apprendistato è diretta emanazione) appartengono due racconti illustrati. I testi sono di amici bravi e pieni spirito.

 

 

     
 

Orizzonti, 2004

Benché già dal 2003 la pittura abbia ricominciato a farsi spazio con i Castelli del Molise, qui troviamo documentazione solo dall'anno successivo, con gli Orizzonti. L'impostazione resterà identica per diversi anni a seguire: si tratta di cicli realizzati dal vero in estemporanea, con nessun altra preoccupazione se non di individuare un tema semplice riferito al territorio molisano, eseguendo i singoli lavori con rapidità e leggerezza nel volgere di un pomeriggio d'estate. In questo caso il soggetto scelto come tema è una porzione di orizzonte, con la scansione dei campi coltivati a fare da struttura, una fascia di cielo in alto a limitare la terra. Accesa libertà cromatica.

 

 
   

Paesi, 2005

Anno successivo, stessa impostazione. Cambia il soggetto, dedicato ad alcuni centri storici molisani, scrutati dagli immediati paraggi fuori mura. Se ne ricava una lettura del Molise essenziale e il più delle volte una visione dolcemente metafisica. Un lavoro che rivendico con molto affetto. Una visita che vale la pena di approfondire.

 

 

 
 

Ritratti, 2005-2006

E' il ritorno, dopo diversi anni, della pittura tra le mura domestiche e oltre i limiti imposti dalle stagioni. SI tratta di una raccolta di ritratti (sempre dal vero) realizzati in studio con la disponibilità di molti amici gentili, prestatisi al ruolo di modelli per alcuni minuti.
Esperienza di cui ancora oggi li ringrazio.

 

     
 

Tuscan Castles , 2006

Un raro tentativo di rivolgere lo sguardo oltre i gelosi confini regionali. Una serie di bellissime emergenze architettoniche rintracciate nei dintorni di Anghiari, ospite di Ca' Faggio, affrontate con la solita tecnica della pittura en plei-air.
Nel Molise c'era da sognare e abbellire. In Toscana solo da aguzzare lo sguardo: la bellezza lì è coltivata come i carciofi. Un esempio da seguire, cercando di tenere a bada il senso di frustrazione.

 

 

Angoli , 2006

Ancora estate, ancora tempo. Quanto è bastato per ripercorrere ancora, a tutt'oggi per l'ultima volta, la terra molisana in cerca di buoni propositi. Molta fatica, molte delusioni. Ma qui ognuno fa quello che può.
Forse la serie dal vero più poetica e profonda, ma anche la più dimessa e residuale, quella di quando ci si ferma per raccogliere gli ultimi cocci. Con il cuore molle.

 

 

Nuvole , 2006

Una breve serie di nuvole da studio, che più che altro si offrono, in quanto metafora degli elementi più immateriali e suggestivi dell'esperienza umana, come motivo di riflessione sulla visione del mondo di cui si finisce per essere schiavi. A che serve l'arte nel contesto dell'iper-consumo? Che relazioni esistono tra arte e follia? Sono alcune delle domande fondamentali per le quali non si finisce mai di cercare le risposte. Meglio se ci si prova in compagnia.

 

 
 

W le Coppie di Fatto, 2007

Una serie di immagini scherzose formato cartolina, in cui si prova a rappresentare e difendere ogni genere di connubio, tra persone, plurisessi e reificazioni varie, basta che diano luogo al miracolo della condivisione, che ci pare essere il dono più grande della vita.

 
       

 
 

Mari, 2007

Ottanta marine, molti colori, molte varianti, molti studi, molti tentativi. Un po' di poesia, speriamo.

 

 
 

Misteri , 2008

Una interpretazione francamente "dark" dei tredici allestimenti che compongono la tradizionale manifestazione in costume dei Misteri, risalente al XVIII sec. della storia della città di Campobasso. Le foto elaborate al computer sono state scattate e gentilmente concesse dal Consorzio Zonacinque e dall'Associazione Centro Storico di Campobasso.

 
       

 

Per Lei , 2008

Breve serie di studi sulla figura femminile e piccoli gruppi di persone a farle da ossessivo contorno.

 

 
 

Universi, 2008-2009

Otto studi sulla visione non necessariamente ottica dell'Universo. Un azzardo dettato solo dal gusto di provare a dipingere qualsiasi cosa. Tentativi, ricerche alla buona. Niente di più, niente di meno.

 

 
 

Luna, 2009

Alcune cartoline sulla rappresentazione naturalistica e simbolica dell'astro più amato dai poeti. Impresa ardua e dalla retorica facile, di quelle che piacciono agli incoscienti; e ai poeti.

 
 

 

Un'Opera Comune, 2010

E' un'opera singola, realizzata combinando tra loro decine di immagini dipinte durante un corso di pittura dagli ospiti della casa famiglia di Campolieto (CB). Sperimentare quanto si può fare insieme agli altri e che senza gli altri non sarebbe mai stato possibile. Il più grande insegnamento, la più grande gioia.

 

 

Nature (ancora) Vive, 2010

E' solo una serie di nature morte, ma che, seguendo la via tracciata dalla pittura metafisica, provano a riflettere ciò che, anche nell'esistenza più opaca delle cose, rimane di irriducibile, di ostinatamente vivo e desideroso di risposte.


       
 

Abstracta, 2011

Una serie di dipinti che prova a cimentarsi nel difficile tentativo di ripercorrere vari stilemi della pittura astratta del novecento, esplorando con leggerezza alcune possibilità combinatorie dei colori, cercando di non alludere mai all'esperienza reale dei sensi. Nascono altri Mondi, qualcuno più inquieto, qualcuno decisamente votato ad un'allegra ironia.

       

 
       
 

Rovine di Altilia, 2011

Si tratta di un insieme di lavori sul fantastico territorio della cittadina di Altilia, antica città romana sopravvissuta in Molise a tanti secoli di storia e di oblio. Una parte di essi consiste in acquerelli dipinti sul posto nell'estate del 2010, altri in progetti virtuali, scaturiti dall'elaborazione grafica di alcune tra le tante foto scattate negli anni recenti. I risultati lasciano intravedere la magia permanente di quei luoghi, e la loro inarrivabile, concreta bellezza.